Wiktenauer logo.png

Difference between revisions of "Page:Scienza d’Arme (Salvator Fabris) 1606.pdf/30"

From Wiktenauer
Jump to navigation Jump to search
(→‎Not proofread: Created page with "parrere è che poco sideua fermare in nessun sito, che quantunque uno sia più sicuro dell’altro, tutti nondimeno patiscono diffetto, & perciò l’ huomo giuditioso uedendo...")
 
m (Michael Chidester moved page Page:Lo Schermo, overo Scienza d’Arme (Salvator Fabris) 1606.pdf/30 to Page:Scienza d’Arme (Salvator Fabris) 1606.pdf/30: Text replacement - "Lo Schermo, overo Scienza d’Arme (Salvator Fabris)" to "Scienza d’Arme (Salvator Fabris)")
 
(One intermediate revision by the same user not shown)
Page body (to be transcluded):Page body (to be transcluded):
Line 3: Line 3:
 
'''SE SIA MEGLIO ADOPRARE IL,''' ''Corpo alto, ò basso. Cap. 15.''
 
'''SE SIA MEGLIO ADOPRARE IL,''' ''Corpo alto, ò basso. Cap. 15.''
  
'''V'''OLENDOSI DIFENDERE VN CORPO CON FACILITA E neccessario sapere, se sia meglio lo tenersi in piedi, ouero piegarsi, & però si deue confiderare, che un corpo è molto più grande rispetto ad’ una lama di’ spada, che quantunque sia un poco longa e nondimeno molto stretta, ne bastante à poterlo coprire, & quanto, che esso corpo è più grande, tanta è maggiore la difficoltà, che detta spada hà in diffensarlo per li gran mouimenti, che hà da fare nelle diffese, per li uacui grandi, & scoperti del corpo; & in quello alcuni aducono certe raggioni dicendo che il corpo in piede stà più naturalmente, non porta tanto pericolo nel capo, è più pronto nel mouersi, stà con minore fatica, ne è così obligato, come se fosse piegato; Diciamo noi che alcune di queste raggioni sono uere, & alcune non uere, prima che stà in maggiore pericolo essendo in piede, & non può tanto offendere, perche si come bisogna, che faccia gran comotione ne lo diffiendersi così nõ può allongare la botta se nõpiega il corpo & piegandolo fà tanto mouimento, che non può più rihauersi in tẽpo & stando anco così in piedi si troua disunito, ne hà tanta fòrza, & l’ armi similmẽte sono più debili, che quando si sapesse ben numerare la uita, & nõ si stesse con affettatione saria di più utile lo stare basso, mà à chi non sà farlo torna meglio lo stare in piedi, perche chi stà con uiolenza nelle posture non può essere pronto al mouersi, doue che un corpo ben numerato nelli angoli, che forma, piegandosi, & ben’ accomodato sopra li piedi è molto più sicuro standò basso, perche meno è scoperto, & cõ picciolo mouimento dell’ armi si diffende, & le forze ancora sono più unite, laquale unione genera uiuacità & celerità di andare, à chi è bene assuefatto à questo piegarsi, nelquale modo à uolerlo fare come si richiede è prima di bisogno essercitio, & fatica, uà poi molto più presto, & più comodo, & si troua più pronto, & più sicuro in ogni caso, si diffende senza disordinarsi, & ferisce più presto, & più lontano la raggione è che stando già l’ huomo curuato uà il corpo inanzi senza fare gran moto, auertendo non dimeno in questo luogo, che bisogna situare esso corpo sopra di un solo piede acciòche quello che hà da andare sia libero & uada presto, altrimenti saria tardo, perche non si lieua il piede, che non si lieui il peso, & benche paia ciò farsi in un medesimo tempo nondimeno è più tardo; in oltre chi saprà bene unirsi con l’ armi, & col corpo portarà men pencolo nel capo, perche sarà più uicino alli forti, & più pronto à passare ò per l’ una ò per l’ altra parte, & potrà più allontanarsi, che stando in piedi, & quando l’ huomo potesse farsi tanto picciolo, che l’ armi lo coprisse tutto non è dubbio, che sarebbe ben fatto mà non essendo questo possibile, deuesi almeno coprire quanto maggiormente che può, & saluarsi, che sarà me demamente buono con auertire di farlo senza impedimento, & con comodità tale
+
'''V'''OLENDOSI DIFENDERE VN CORPO CON FACILITA E neccessario sapere, se sia meglio lo tenersi in piedi, ouero piegarsi, & però si deue confiderare, che un corpo è molto più grande rispetto ad’ una lama di’ spada, che quantunque sia un poco longa è nondimeno molto stretta, ne bastante à poterlo coprire, & quanto, che esso corpo è più grande, tanta è maggiore la difficoltà, che detta spada hà in diffensarlo per li gran mouimenti, che hà da fare nelle diffese, per li uacui grandi, & scoperti del corpo; & in quello alcuni aducono certe raggioni dicendo che il corpo in piede stà più naturalmente, non porta tanto pericolo nel capo, è più pronto nel mouersi, stà con minore fatica, ne è così obligato, come se fosse piegato; Diciamo noi che alcune di queste raggioni sono uere, & alcune non uere, prima che stà in maggiore pericolo essendo in piede, & non può tanto offendere, perche si come bisogna, che faccia gran comotione ne lo diffiendersi così nõ può allongare la botta se nõpiega il corpo & piegandolo fà tanto mouimento, che non può più rihauersi in tẽpo & stando anco così in piedi si troua disunito, ne hà tanta fòrza, & l’ armi similmẽte sono più debili, che quando si sapesse ben numerare la uita, & nõ si stesse con affettatione saria di più utile lo stare basso, mà à chi non sà farlo torna meglio lo stare in piedi, perche chi stà con uiolenza nelle posture non può essere pronto al mouersi, doue che un corpo ben numerato nelli angoli, che forma, piegandosi, & ben’ accomodato sopra li piedi è molto più sicuro standò basso, perche meno è scoperto, & cõ picciolo mouimento dell’ armi si diffende, & le forze ancora sono più unite, laquale unione genera uiuacità & celerità di andare, à chi è bene assuefatto à questo piegarsi, nelquale modo à uolerlo fare come si richiede è prima di bisogno essercitio, & fatica, uà poi molto più presto, & più comodo, & si troua più pronto, & più sicuro in ogni caso, si diffende senza disordinarsi, & ferisce più presto, & più lontano la raggione è che stando già l’ huomo curuato uà il corpo inanzi senza fare gran moto, auertendo non dimeno in questo luogo, che bisogna situare esso corpo sopra di un solo piede acciòche quello che hà da andare sia libero & uada presto, altrimenti saria tardo, perche non si lieua il piede, che non si lieui il peso, & benche paia ciò farsi in un medesimo tempo nondimeno è più tardo; in oltre chi saprà bene unirsi con l’ armi, & col corpo portarà men pencolo nel capo, perche sarà più uicino alli forti, & più pronto à passare ò per l’ una ò per l’ altra parte, & potrà più allontanarsi, che stando in piedi, & quando l’ huomo potesse farsi tanto picciolo, che l’ armi lo coprisse tutto non è dubbio, che sarebbe ben fatto mà non essendo questo possibile, deuesi almeno coprire quanto maggiormente che può, & saluarsi, che sarà me demamente buono con auertire di farlo senza impedimento, & con comodità tale
  
 
che
 
che

Latest revision as of 18:47, 17 July 2020

This page needs to be proofread.

parrere è che poco sideua fermare in nessun sito, che quantunque uno sia più sicuro dell’altro, tutti nondimeno patiscono diffetto, & perciò l’ huomo giuditioso uedendo l’ auerssario suo fermo in qualunque sito non solo lo cognoscerà, Mà saprà come seli deura andare contra, & ferirlo, similmente anco cognoscerà quanto può fare esso nimico in offesa, & diffesa, che non lo uedendo fermo non lo può così ben giudicare, se bene dal primo mettere di mano alla spada, & dal portamento di essa tosto si uiene in cognitione del uantaggio, & di quello ne raggionaremo nel secondo libro, oue faremo conoscere se sia meglio fermarsi in presenza, & aspettare il tempo, ouero andare senza fermarsi.

SE SIA MEGLIO ADOPRARE IL, Corpo alto, ò basso. Cap. 15.

VOLENDOSI DIFENDERE VN CORPO CON FACILITA E neccessario sapere, se sia meglio lo tenersi in piedi, ouero piegarsi, & però si deue confiderare, che un corpo è molto più grande rispetto ad’ una lama di’ spada, che quantunque sia un poco longa è nondimeno molto stretta, ne bastante à poterlo coprire, & quanto, che esso corpo è più grande, tanta è maggiore la difficoltà, che detta spada hà in diffensarlo per li gran mouimenti, che hà da fare nelle diffese, per li uacui grandi, & scoperti del corpo; & in quello alcuni aducono certe raggioni dicendo che il corpo in piede stà più naturalmente, non porta tanto pericolo nel capo, è più pronto nel mouersi, stà con minore fatica, ne è così obligato, come se fosse piegato; Diciamo noi che alcune di queste raggioni sono uere, & alcune non uere, prima che stà in maggiore pericolo essendo in piede, & non può tanto offendere, perche si come bisogna, che faccia gran comotione ne lo diffiendersi così nõ può allongare la botta se nõpiega il corpo & piegandolo fà tanto mouimento, che non può più rihauersi in tẽpo & stando anco così in piedi si troua disunito, ne hà tanta fòrza, & l’ armi similmẽte sono più debili, che quando si sapesse ben numerare la uita, & nõ si stesse con affettatione saria di più utile lo stare basso, mà à chi non sà farlo torna meglio lo stare in piedi, perche chi stà con uiolenza nelle posture non può essere pronto al mouersi, doue che un corpo ben numerato nelli angoli, che forma, piegandosi, & ben’ accomodato sopra li piedi è molto più sicuro standò basso, perche meno è scoperto, & cõ picciolo mouimento dell’ armi si diffende, & le forze ancora sono più unite, laquale unione genera uiuacità & celerità di andare, à chi è bene assuefatto à questo piegarsi, nelquale modo à uolerlo fare come si richiede è prima di bisogno essercitio, & fatica, uà poi molto più presto, & più comodo, & si troua più pronto, & più sicuro in ogni caso, si diffende senza disordinarsi, & ferisce più presto, & più lontano la raggione è che stando già l’ huomo curuato uà il corpo inanzi senza fare gran moto, auertendo non dimeno in questo luogo, che bisogna situare esso corpo sopra di un solo piede acciòche quello che hà da andare sia libero & uada presto, altrimenti saria tardo, perche non si lieua il piede, che non si lieui il peso, & benche paia ciò farsi in un medesimo tempo nondimeno è più tardo; in oltre chi saprà bene unirsi con l’ armi, & col corpo portarà men pencolo nel capo, perche sarà più uicino alli forti, & più pronto à passare ò per l’ una ò per l’ altra parte, & potrà più allontanarsi, che stando in piedi, & quando l’ huomo potesse farsi tanto picciolo, che l’ armi lo coprisse tutto non è dubbio, che sarebbe ben fatto mà non essendo questo possibile, deuesi almeno coprire quanto maggiormente che può, & saluarsi, che sarà me demamente buono con auertire di farlo senza impedimento, & con comodità tale

che